Al Contratto di Fiume serve una spinta

Strumento di programmazione strategica per la corretta gestione delle risorse idriche unitamente al contrasto del rischio idraulico, il Contratto di Fiume – relativo all’Entella, più volte esondato durante le alluvioni degli anni scorsi – ha mosso i suoi primi passi nel Tigullio ma fatica a decollare. Il punto su #XLevante con Franco Amadori, consigliere di San Colombano Certenoli, uno dei primi comuni aderenti al progetto.

Pubblicato il 25/10/2016

Share on FacebookShare on Google+Share on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on Pinterest

Ti potrebbero interessare